MOVIMENTO CINQUE STELLE

Loading...

venerdì 31 maggio 2013

Il Generale che attacca il sistema ASCOLTARE E RIFLETTERE !!! Popolo sv...

https://www.youtube.com/watch?v=k_14UVYtqME

sanarica: LA STORIA DEL LAGO, di San Vito nel feudo DI SANAR...

sanarica: LA STORIA DEL LAGO, di San Vito nel feudo DI SANAR...: LA STORIA DEL LAGO, di San Vito nel feudo DI SANARICA.............,CHE NON C'E'! da Alfredo Martel ( Note ) Merco...

LA STORIA DEL LAGO, di San Vito nel feudo DI SANARICA.............,CHE NON C'E'!

da Alfredo Martel (Note) Mercoledì 29 maggio 2013 alle ore 12.06
Poco distante dal centro abitato di Sanarica, da moltissimi anni e cioè da quando io come tanti miei coetanei eravamo bambini, esiste un'antica cava di tufo. Questa, per esaurimento della sua materia prima poiché affiorava l'acqua così chiamata  "sorgiva" negli anni in cui la siccità non la faceva da padrone, è rimasta così com'era stata scavata. Una buca a cielo aperto immensa e capiente, non si è mai prodigati o preoccupati di appianarla nuovamente con materiale compatibile di varia natura, proprio appunto per la sua infinita grandezza. A dire il vero, il suo emerito proprietario Palumbo ( che ha costruito chilometri di strade nel nostro Salento e non solo) anni addietro per mettersi in regola con le leggi in merito alle cave dismesse, fece scaricare migliaia di camionate di terra, per riqualificare, appunto come imposto dalla legge, il sito.
Questo fatto, insieme alla grande quantità d'acqua là sotto versata, in quanto da poco recapito finale di acque piovane provenienti dal centro abitato, ha contribuito a far crescere l'erba verde e rigogliosa così come la si osserva adesso; altrimenti non vi sarebbe nemmeno quella, come di fatto, è stato per moltissimi anni.
La cava vista dall'alto.

Vista della cava dalla strada Comunale Sanarica-Poggiardo Anno 2010

Ricordo che quando eravamo bambini, vale a dire quarant'anni or sono, quando appunto le annate erano più piovose di oggi, durante la fine del mese di Maggio e gli inizi del mese di Giugno, ci recavamo "sotto la cava" per vedere, i più grandi di noi che si dilettavano a fare cross con le moto sulle dune di tufo rimaste e noi a sguazzare nell'acqua di quelle poche pozzanghere rimaste in seguito alla stagione invernale, appena trascorsa.
Da allora e fino a pochi mesi fa, da quando cioè l'Amministrazione Comunale in collaborazione con l'Ufficio Tecnico del Comune ha ottemperato di fatto a creare, in un primo momento il racapito finale di acque piovane ed in seguito un progetto atto a riqualificare il sito, in qualità di cava dismessa, espropiandolo di fatto, al suo leggittimo proprietario, nessuno aveva osato posare gli occhi o il proprio interesse relativamente a quell'immensa buca.
Solo adesso si riscopre tanto interesse: chissà perché???
Stiamo cronologicamente ai fatti:
GIUGNO 2009
 S'insedia, a seguito di nuove elezioni, dopo l'amministrazione di un Commissario Prefettizio, la nuova Amministrazione con il futuro Sindaco:
http://www.comune.sanarica.le.it/organi_istituzionali/consiglio.php

IL SINDACO DI SANARICA

Da subito, uno dei tanti proplemi che la nuova Amministrazione appena insediatasi, deve affrontare è questo:
http://youtu.be/Y0RaDz70bdI          (filmato di allagamento di Sanarica in seguito ad un'acquazzone)
Si pensa allora di risolvere il problema in questo modo:
http://youtu.be/GngBzbltHZs          (filmato dei luoghi, in paese, oggetto di allagamenti)
Vasche di decantazione e pompaggio, acque piovane.

Sversando con delle potenti pompe, le acque che vengono raccolte nelle vasche di decantazione, nella cava distante un chilometro a ridosso della strada che conduce a Poggiardo. Il risultato di tale operazione, oggetto di quanti sono o si definiscono ambientalisti o animalisti è il tanto discusso "Lago di Sanarica":
1°)
https://www.facebook.com/photo.php?fbid=10200908586426982&set=a.1888805429917.111969.1534895340&type=1&theater
2°)
  https://www.facebook.com/media/set/?set=a.468251849920480.1073741828.100002070085222&type=3
Contestualmente al progetto delle "Vasche di decantazione e pompaggio delle acque piovane", l'Ufficio Tecnico del Comune di Sanarica fa redigere per quella cava un progetto che se approvato, darà luogo ad un meraviglioso ed incantevole posto come questo:
 
Progetto di riqualificazione cava (ex Palumbo)

La Regione Puglia approva il progetto presentato dal comune di Sanarica, come dimostrato in questa graduatoria finale:




Attualmente, al netto di tutte le personali valutazioni di ognuno e nel rispetto di tutti gli ambientalisti e animalisti la cava si presenta in questo stato:


FOTO DELLA CAVA DEL 27.05.2013
https://www.facebook.com/notes/alfredo-martel/la-storia-del-lago-di-san-vito-nel-feudo-di-sanaricache-non-ce/462312807193675